fbpx

Emuntori: i depuratori dell’organismo

Fai Lavorare I Tuoi Spazzini Depurando L'organismo Alkaenegy

Pulire, depurare il proprio organismo e poi nutrirlo bene si può, si deve. La salute dipende da quante sostanze di rifiuto (tossiche quando si accumulano in grandi quantità) sono presenti nei tessuti.

L’azione di pulizia è fatta incessantemente dagli “spazzini”, gli organi emuntori (il termine deriva dal latino che significa “che drena”) quali l’intestino, i reni, il fegato, i polmoni, il sistema linfatico, la pelle.

Dare una sferzata agli organi emuntori nel svolgere al meglio la loro funzione è importante. Le cattive abitudini, poco movimento, un’alimentazione non ben equilibrata e troppo acida, una scarsa idratazione favoriscono il sovraccarico di tossine di acidi che rallentano l’azione di questi organi.

Come aiutare allora gli organi emuntori? Analizziamoli uno ad uno.

L’intestino porta a termine il processo digestivo trasformando gli alimenti in molecole semplici che sono poi assorbite. Le sostanze non utilizzate insieme a elementi di scarto, batteri e tossine vengono eliminate sotto forma di feci.

Cosa succede quando funziona male?

Se l’intestino lavora male perché lo stile di vita è irregolare, l’alimentazione disordinata e manca l’attività fisica, la persona soffre di stipsi o di evacuazione liquida, gonfiore addominale, stanchezza.

Cosa fare?

Cambiare abitudini alimentari introducendo più vegetali e frutta ricchi di acqua, sali minerali e vitamine; bere molta acqua; fare movimento ogni giorno.

I reni filtrano il sangue pulendolo da tutte le scorie e producono l’urina che viene raccolta nella vescica.

Cosa succede quando funzionano male?

La colorazione e la quantità dell’urina si alterano; edema e gonfiori al viso, all’addome e alle estremità di arti superiori e inferiori appesantiscono i lineamenti e la figura; la stanchezza diventa frequente.

Cosa fare?

Bere acqua a sorsi continui: 8 / 10 bicchieri ogni giorno, che corrispondono a circa 1 litro e mezzo d’ acqua, aiutano i reni a essere stimolati nella loro azione e a idratare correttamente tutto l’organismo; seguire una dieta alcalina.

Il fegato regola il metabolismo, produce proteine, immagazzina il glicogeno, rimuovere le sostanze tossiche dal sangue, trattiene i grassi in eccesso come riserva energetica.

Cosa succede quando funziona male?

I segnali di un fegato che non svolge bene la sua funzione sono principalmente una cattiva digestione, un ingrossamento, gonfiore addominale, stanchezza, pesantezza, stipsi o dissenteria. Cosa fare?
Seguire un regime alimentare leggero e una dieta alcalina. I polmoni sono deputati alla respirazione.

Nell’inspirazione l’ossigeno viene ceduto al sangue mentre quest’ultimo rilascia l’anidride carbonica durante l’espirazione, che i polmoni eliminano in quanto gas di scarto.
Cosa succede quando funzionano male?
Difficoltà respiratoria, tosse, affaticamento sono segnali che i polmoni non riescono a depurare il sangue, quindi a portare ossigeno ai tessuti pulendoli dall’anidride carbonica.

Cosa fare?

Smettere di fumare, respirare all’aria aperta, praticare più attività fisica per ossigenare meglio l’organismo, privilegiare cibi alcalini sono i suggerimenti più importanti.

Il sistema linfatico svolge un’azione di pulizia e depurazione delle cellule dalle tossine, dai metalli e dalle sostanze chimiche oltre che di difesa. Porta ossigeno e nutrimento a tutti tessuti.

Cosa succede quando funziona male?

Gonfiore, stanchezza e pesantezza agli arti inferiori, “borse” sotto gli occhi, aumento del peso sono i segni di un rallentamento dell’attività linfatica.

Cosa fare?

Fare attività fisica ogni giorno significa migliorare la circolazione linfatica che è di per sé molto lenta e che non possiede una pompa (come il cuore per il sistema sanguigno). Bere acqua, seguire un regime dietetico alcalino, sottoporsi a trattamenti di linfodrenaggio possono aiutare il sistema linfatico.

La pelle protegge, termoregola disperdendo o trattenendo il calore, ma soprattutto elimina attraverso le ghiandole sudoripare, acidi urici, ammoniaca, anidride carbonica, elettroliti e sostanze dannose.

Cosa succede quando funziona male?

La pelle può apparire secca e disidratata, dal colorito pallido, il sudore può avere un odore sgradevole o al contrario non si suda molto; si produce poca urina; si accusa affaticamento.

Cosa fare?

Aumentare il consumo di liquidi a sorsi continui, praticare attività fisica per favorire una naturale sudorazione, seguire una dieta alcalina. Se l’organismo è costantemente pulito dagli organi emuntori come l’intestino, i reni, il fegato, i polmoni, il sistema linfatico, la pelle, vero è che anche i fisiologici “spazzini” hanno bisogno di essere mantenuti puliti e attivi. Poche valide azioni come seguire il Protocollo Alkaenergy® per tendere a un regime alimentare meno acido, idratarsi bene, praticare attività fisica regolarmente possono davvero migliorare la salute e la forma fisica.

+ Tempo

+ Energia

+ Difese immunitarie

+ Relazioni

+ Business

Enjoy Alkalife!

Ti è piaciuto questo articolo?

Tutte le informazioni pubblicate hanno carattere divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni mediche o sostitutive della medicina tradizionale. In caso di patologie pregresse è sempre opportuno rivolgersi preventivamente al proprio medico curante. L’articolo ha intenzione di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

LIBERA LA TUA ENERGIA!

Torna su

Prenota una coaching gratuita e scopri il Protocollo Alkaenergy®

Riceverai i primi consigli per ripristinare il benessere psicofisico e il corretto livello alcalino del tuo corpo

Prenota una coaching gratuita e scopri il Protocollo Alkaenergy®

Riceverai i primi consigli per ripristinare il benessere psicofisico e il corretto livello alcalino del tuo corpo